Ma che significa IGP Olio Sicilia?

Filippo Salerno IGP SIcilia

E’ di questi giorni la notizia che la registrazione dell’IGP Olio Sicilia è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell´Unione Europea insieme al Regolamento di esecuzione che lo iscrive nel registro delle indicazioni geografiche protette.

Ma che significa IGP Sicilia?

L’idea più diffusa è che si tratti di un marchio di qualità. Non sono invece chiare le idee sul vero significato di questo Riconoscimento Comunitario.
Abbiamo pensato allora di Chiamare Filippo Salerno, Agronomo Trapanese e Referente Provinciale di AIAB, che è sempre disponibile a fornire la sua competenza in favore della nostra opera divulgativa.
Filippo ci spiega che nei prodotti DOP, tutto ciò che concerne l’elaborazione e la commercializzazione del prodotto, ha origine nel territorio dichiarato; mentre nel caso del prodotto IGP, il territorio dichiarato conferisce al prodotto le sue caratteristiche peculiari, ma non tutti i fattori che concorrono all’ottenimento del prodotto devono provenire dal territorio dichiarato (es. imbottigliamento).

Per ottenere il marchio IGP Olio Sicilia l’Olivicultore deve rispondere alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione.
In breve il disciplinare regolamenta:

  • Zona di produzione;
  • Varietà di cultivar tipiche del territorio;
  • Caratteristiche di coltivazione;
  • Metodi di raccolta stoccaggio ed identificazione;
  • Valutazione chimico fisica (es. acidità max 0,5%, perossidi etc…);
  • Valutazione organolettica;
  • Controlli.

dop_igp

Chi controlla la qualità dei prodotti IGP?

I prodotti IGP sono sottoposti ad un piano di controllo teso ad identificare, attraverso attività di valutazione, ispezioni e prove, la conformità o meno dei requisiti indicati nel Disciplinare di produzione e applicati lungo la filiera di produzione dell’IGP Olio Sicilia.

L’Organo di Controllo in Sicilia è l’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio. Gli oneri dell’attività di certificazione sono a carico dei produttori che aderiscono al disciplinare.

l’IGP darà un vantaggio competitivo all’Olio Siciliano?

Filippo ci dice che attualmente solo il 10% delle 50.000 tonnellate di olio prodotto viene esportato fuori dalla regione. Il Marchio IGP, identificando maggiormente il prodotto già di per sé molto apprezzato (e premiato), offrirà una tutela maggiore contro le frodi ai consumatori e, di conseguenza, nuove opportunità di vendita per i produttori siciliani.

I consumatori possono quindi fidarsi dell’Olio Extra-Vergine IGP SICILIA?

Filippo ci risponde con un secco: “assolutamente SI”.

 

Lascia un commento