Alivusicily, quando l’olio extravergine siciliano incontra l’Inghilterra. La bella storia di Sarah e Paolo.

E’ sempre bello scoprire nuove storie sull’olio extravergine di oliva e condividerle con chi apprezza questo mondo. Questa volta Oiltogether ha conosciuto Sarah, un’archeologa inglese che con Paolo archeologo siciliano produce un olio eccezionale, perfetta sintesi della loro passione, amore e voglia di valorizzare quello che circonda: Alivusicily !

Lasciamo a loro lo spazio per raccontarsi

***

Io e Sarah ci siamo conosciuti vent’anni fa su uno scavo archeologico nell’entroterra della Sicilia. Sarah è inglese, e io, Paolo, siciliano. Dopo tanti anni insieme tra Roma, Cambridge e Londra e con due piccoli bimbi ad arricchire la famiglia abbiamo deciso di prendere un “anno sabbatico” dai nostri lavori e dalla frenetica vita londinese. Così siamo ritornati in Sicilia a Villarosa (EN), il paese dei miei genitori. Ed è proprio in quest’entroterra siciliano che comincia inizia un nuovo progetto. Come tante famiglie siciliane la mia famiglia produce olio d’oliva da generazioni ma esclusivamente per il consumo familiare. Vivendo a Londra, avevamo tante volte pensato di orientare la produzione dell’olio di famiglia al mercato britannico dove la richiesta di extravergine di qualità è in aumento e l’offerta è ancora molto limitata. Con questa idea in mente, arrivati in Sicilia, abbiamo cominciato a prenderci cura di un piccolo terreno ereditato da mio padre. C’erano già alcuni alberi d’ulivo secolari (cultivar locale Giarraffa) e abbiamo deciso di piantare nuovi alberi ed estendere l’uliveto. Avevamo tantissimo da imparare e da sperimentare e ci siamo trovati immersi nel meraviglioso mondo dell’olio extravergine e dell’olivicoltura. Inizialmente ci siamo documentati su testi scientifici e divulgativi, abbiamo discusso con agronomi e ci siamo confrontati con tanti altri produttori e frantoiani locali. Poco alla volta abbiamo imparato a potare e a conoscere i loro alberi, abbiamo studiato tecniche d’impianto, selezionato cultivar siciliane per le nuove piante, confrontato i pro e i contra di sistemi tradizionali e nuove tecnologie applicate all’olivicoltura. Allo stesso tempo abbiamo seguito corsi d’assaggio e abbiamo imparato delle qualità organolettiche degli oli extravergini siciliani e italiani. L’emozione della prima raccolta è stata seguita dall’orgoglio di aver prodotto il nostro primo olio extravergine certificato! Erano appena 500 litri ma i risultati delle analisi chimiche e organolettiche erano ben al di sopra di qualunque aspettativa! Era nato l’olio extravergine d’oliva Alivu!

Arrivati in Sicilia con l’idea di passare solo qualche mese a goderci i bambini e rilassarci con la mia famiglia, siamo rimasti un anno e mezzo con poca voglia di andare via e con un nuovo emozionante progetto in mano… Tornati in Inghilterra nel 2015, abbiamo messo alla prova la nostra idea per vedere come il nostro olio “ben equilibrato, piccante, amaro e dal forte sapore di erba” (questo il giudizio del panel di assaggiatori professionisti) sarebbe stato accolto dal gusto della clientela inglese. Abbiamo portato il nostro olio “Alivu” ad un piccolo mercatino organizzato nella zona, la gente si avvicinava incuriosita al banchetto: le bottiglie, il logo, la Sicilia sullo sfondo, nelle foto del nostro uliveto e il nostro olio da assaggiare. Tantissime persone sono rimaste incuriosite e affascinate dalla nostra esperienza e dalla nostra storia; tanti clienti rimasti inebriati dall’odore e sbalorditi dal sapore intenso dell’olio così diverso dai prodotti che avevano comprato finora nei supermercati. In meno di tre mesi e dopo pochissimi mercatini le scorte di Alivu erano già esaurite… Alivu 2015 era “sold out”. L’esperienza in Sicilia entusiasmante e impegnativa è stata ripagata dal successo dell’olio in Inghilterra. Dal ritorno in Inghilterra Sarah ha iniziato a divulgare la nostra passione per l’olio extravergine organizzando lezioni e serate d’assaggio con la finalità principale di far conoscere le splendide proprietà dell’olio extravergine d’oliva e di aiutare la crescente clientela a riconoscere i prodotti genuini e di qualità. Avendo già spiegato a moltissime persone come sono prodotti gli oli extravergine e come assaggiarli per assicurarsi che le etichette non mentano sul contenuto il prossimo obiettivo di Sarah e Paolo è di diventare sommelier dell’olio. L’aspirazione è di aiutare la gente a scegliere il loro olio preferito e a combinare olii diversi con pietanze diverse. In Inghilterra questo è nuovo territorio da esplorare e speriamo di riuscire a portarlo in una posizione di primo piano.

https://www.instagram.com/alivusicily/

https://www.alivusicily.com/

https://www.facebook.com/alivusicily/

Lascia un commento